Renatino e lo spot di Parmigiano Reggiano, parla Fresi: "Non è lotta di classe, è finzione"

Pubblicato il 1 dic 2021
visualizzazioni 62 825
0

"E' un messaggio pubblicitario che serve allo sceneggiatore per magnificare il prodotto. Non capisco perché si debba reagire così davanti a un'opera di finzione. Può non piacere ma non fatene un tema di politica, di lotta di classe, di lavoro, di diritto dei lavoratori, non è un documentario" così l'attore Stefano Fresi, dopo le polemiche sullo spot di Parmigiano Reggiano.

Notizie.it è una testata registrata presso il Tribunale di Milano n.68 in data 01/03/2018

Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a staff@notizie.it : provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.

Iscriviti al CANALE per restare sempre aggiornato:
▸ bit.ly/Notizieit-ITload
Clicca sulla campanella per ricevere tutte le novità

Notizie.it è la grande fonte di informazione social. Attualità, televisione, cronaca, sport, gossip, politica e tutte le news sulla tua città:
www.notizie.it/

Seguici anche sui SOCIAL:
▸ Facebook: notizie.it/
▸ Twitter: notizieit
▸ Instagram: notizieit

Notizie.it
Notizie.it
Commenti: 486  
  • Gabriele Porru

    Gabriele Porru

    Mese fa

    "Renatino, cosa vuoi fare da grande?"
    *"Il servo della gleba"*

    • Mangiaspaghetti

      Mangiaspaghetti

      Mese fa

      Puahahahahahahahah

  • GIOVANNI NODARI

    GIOVANNI NODARI

    Mese fa

    Ho visto ora lo spot.
    Ti darei anche ragione, se non fosse che più che uno spot sembra un'intervista ad un lavoratore vero, sulle sue condizioni di lavoro.

    • Miguel Antoine

      Miguel Antoine

      Mese fa

      Fidatevi che il caseario è così realmente.... ciclo continuo anche di 12 ore per 1400/1600 euro al mese se ti va bene.

    • The food of Palermo

      The food of Palermo

      Mese fa

      Bravo

  • Luca Chiodi

    Luca Chiodi

    Mese fa

    Ho visto la pubblicità e l'impressione che mi ha dato è stata quella di ragazzotti di città che osservano un lavoratore di provincia come se fossero allo zoo. Il clamore non è su una frase infelice, ma sul fatto che il copione sia stato scritto, recitato, registrato e montato senza che nessuno si rendesse conto del contenuto. Secondo me è proprio una questione di coscienza di classe, perché un minimo di informazione sulle condizioni di lavoro in Italia nel 2021 avrebbe evitato questa pessima figura.

    • Alice Corsini

      Alice Corsini

      Mese fa

      @Miguel Antoine non è vero,xché il casoro non lavora micca da solo.

    • Miguel Antoine

      Miguel Antoine

      Mese fa

      Che poi lavorare nel caseario oltre ad essere nell'umidità 365 giorni all'anno non è per nulla pagato come lavoro... spesso devi lavorare a ciclo continuo senza riposo soprattutto agli inizi. Ormai sono subentrate anche cooperative in questo settore.

    • Radical Ed

      Radical Ed

      Mese fa

      ma infatti!!! Nessuno si e' reso conto?

  • Edoardo Tosoni

    Edoardo Tosoni

    Mese fa

    Sono basito dall'ingenuità di chi ha pensato e realizzato questo spot. Il fatto che sia finzione non toglie il fatto che sia di cattivo gusto e molto fraintendibile.

    • Armonica

      Armonica

      Mese fa

      @Omar Rondine sì, lo sa talmente bene che ha mosso l'indignazione pubblica del paese intero. Ma dai... è semplicemente una sceneggiatura scritta male. E chi attribuisce la colpa direttamente a Fresi è semplicemente stupido.

    • Omar Rondine

      Omar Rondine

      Mese fa

      @Edoardo Tosonilo spot è evidente che è una offesa al genere umano pensante, e comunque non ho scritto da nessuna parte che lo spot è positivo. Ho scritto che chi ha prodotto questo spot ha raggiunto il suo obiettivo e dal mio punto di vista chi ne esce con un danno di immagine non è il parmigiano (che è buono a prescindere) ma chi ci ha messo la faccia per pubblicizzarlo in questa maniera.....

    • Edoardo Tosoni

      Edoardo Tosoni

      Mese fa

      @Omar Rondine A me pare che abbiano fatto una grande figura di merda, che pubblicità positiva sarebbe? Ne parlano tutti ma malissimo. È un danno all'immagine e basta, che razza di manovra di marketing sarebbe? Fare la figura degli imbecilli oppure di quelli che approvano lo sfruttamento dei lavoratori pensi faccia bene ad un azienda o alla vendita di un prodotto? Dai su ragiona. Si sono pure scusati per la cantonata.

    • Omar Rondine

      Omar Rondine

      Mese fa

      @Edoardo Tosoni ma come fai a dire che hanno fallito quando sollevando tutto questo polverone ne sta parlando tutto il nostro povero paese? Quelli che chiami geni del marketing hanno raggiunto il loro obiettivo, quindi se ne fottono se la gran parte dei telelobotomizzati ne parlano male. In un mondo malato dove comanda il dio denaro, l'importante è che se ne parli......

    • Edoardo Tosoni

      Edoardo Tosoni

      Mese fa

      @Omar Rondine Bah non credo, è chiaramente mal pensato, quale manipolatore o genio del marketing approverebbe uno spot cosi idiota? Persino un bambino lo troverebbe ridicolo. Se il loro fine è manipolare qualcuno hanno fallito miseramente ahah.

  • Andrew !

    Andrew !

    Mese fa

    Diciamo che il messaggio può essere interpretato come “promozione del prodotto” solo da gente che non ha mai lavorato o studenti che ancora devono iniziare

    • Luca Giambelli

      Luca Giambelli

      Mese fa

      Non ti preoccupare, anche gli studenti capiscono

    • Andrew !

      Andrew !

      Mese fa

      @Michele Antonio Peschechera infatti..

    • Michele Antonio Peschechera

      Michele Antonio Peschechera

      Mese fa

      Sono studente è imbarazzante quando i ragazzi fanno questo tipo di domande che mi è capitato nel ricevere

  • Francesca Gian

    Francesca Gian

    Mese fa

    Sarà magnificazione del prodotto, però allo stesso tempo è magnificazione di quello che è lo sfruttamento del lavoro. Francamente, da persona che per ricatto sul luogo di lavoro si è vista costretta ad accettare le ferie ad una sola settimana all'anno e ha dovuto fare straordinari non pagati, questa pubblicità mi avvilisce.

    • Patsy Patti

      Patsy Patti

      Mese fa

      Esatto

  • famigliaINviaggio

    famigliaINviaggio

    Mese fa

    L'idea di sfruttare una persona è un messaggio pubblicitario azzeccatissimo. Aspettiamo lo sfruttamento nei campi di cotone per la pubblicità di qualche maglietta oppure un bambino che cuce palloni?

    • Claudio Albano

      Claudio Albano

      29 giorni fa

      😂😂😂😂😂😂😂😂

    • Ragnar81

      Ragnar81

      Mese fa

      ma si infatti.....tanto è finzione.

  • ELLE KAPPA

    ELLE KAPPA

    Mese fa

    Di questi tempi, bisogna andare cauti con i contenuti degli spot perché alla fine non sempre si riesce a capire dove comincia la finzione e dove finisce. Questo perché siamo invasi dalla mattina alla sera. Non siamo in grado di farne a meno. Una volta gli Sketsch solo alla fine parlavano del prodotto, il resto era arte pura. Non per niente erano girati da grandi registi e interpretati da grandi attori.Il grave errore è aver girato uno spot brutto, che non serve a lanciare il prodotto. Il parmigiano ormai lo conoscono nell’ultimo posto del mondo. Vedere e sentire un ragazzo che dice di essere felice di lavorare 365 giorni oltre che stupido è anche dannoso. Immaginiamo che venga tradotto anche in quei paesi dove c’è lo sfruttamento minorile e non. Dove non esiste diritto al riposo e agli affetti, oltre che al tempo libero ecc.O dove per un dollaro devono lavorare 12-14 ore al giorno… Mi dispiace ma secondo me quello spot è un offesa all’intelligenza degli italiani . Va cancellato.

  • Ma. Le.

    Ma. Le.

    Mese fa

    Caro Fresi, il paragone con Capitan Findus non regge. Quello è un personaggio di finzione in una serie di spot che non fanno mai riferimento a persone reali o a situazioni reali. Nel tuo spot NO. Il metrometraggio "Amigos" parla di cinque ragazzi che partecipano a un talent culinario il cui giudice è una persona reale, lo chef Bottura, presente nel film nella parte di se stesso. Il talent prevede ricette a base di Parmigiano Reggiano e i cinque vengono condotti da te, che interpreti una sorta di allenatore, in Emilia a studiare tutto il percorso del parmigiano, dall'acqua alla cagliata fino alla forma finale. Quindi siamo nei REALI caseifici del prodotto e Renatino è un reale lavoratore. E un reale lavoratore di un consorzio non può dire che lavora 365 giorni all'anno, perché è illegale. Con i bei ragazzi soddisfatti dello sfruttamento di un lavoratore. E sinceramente la scena dove Renatino dice di non essere stato da nessuna parte se non lì al caseificio è ridicola e offensiva verso un lavoratore che non deve avere interessi e vita sociale fuori dal parmigiano reggiano. Un brutto spot con un pessimo messaggio. Consiglio di passare al Trentingrana.

    • tiziano rossi

      tiziano rossi

      Mese fa

      mai sentito ma passerò sicuramnte al trentigrana!

    • Giuseppe Cinque

      Giuseppe Cinque

      Mese fa

      Esatto,non comprero' mai piu' parmigiano reggiano,guarda un po' lo spot ha avuto l'effetto opposto😂almeno su di me...

    • Cristian Somaini

      Cristian Somaini

      Mese fa

      @seiseisei anche tu non scherzi..

    • Biagio Rosario Secolo

      Biagio Rosario Secolo

      Mese fa

      @Mangiaspaghetti capitano sei tutti noi

    • Biagio Rosario Secolo

      Biagio Rosario Secolo

      Mese fa

      @seiseisei concordo pienamente

  • marco caputo

    marco caputo

    Mese fa

    Purtroppo la scena in cui appare “Renatino” non è finzione. Durante una visita guidata all’interno di una delle aziende del consorzio c’era proprio un mastro casaro che lavorava davvero per 365 giorni l’anno (parole sue). È vero, lo faceva per passione da 35 anni, ma è anche vero che questa non è una cosa normale. Questa scena è davvero offensiva per un lavoratore del settore e non. Spero riescano a fare marcia indietro e rimodulare la scena aggiustandola in qualche modo… ma forse il danno è fatto ed è troppo tardi

    • Armonica

      Armonica

      Mese fa

      sì, vabbè, in fabbrica hanno gli umpa lumpa.

    • Mangiaspaghetti

      Mangiaspaghetti

      Mese fa

      Si l'hanno rimodulato, adesso Renatino x la prima volta in vita sua è in ferie e il furbacchione va a mare xchè non l'ha mai visto , e proprio per questo annega e poi si vede la lapide con scritto....cazzo ,meglio che mi stavo al caseificio

  • theWorld

    theWorld

    Mese fa

    Questo è il sogno di ogni imprenditore italiano

  • Chiara Margherita

    Chiara Margherita

    Mese fa

    Ti stai arrampicando inutilmente sui vetri. Questa pubblicità dovrebbe vendere un prodotto? Un vero successone! Ci vuole un bel coraggio a partecipare ad uno spot come questo.

  • Cristian Somaini

    Cristian Somaini

    Mese fa

    Questo video di risposta è il classico esempio di quando si perde una buona occasione per tacere. La pubblicità è semplicemente orrenda e veicola un messaggio ignobile di sfruttamento. Oltretutto, se lo fa con leggerezza e inconsapevolmente, è ancora più grave. Purtroppo questo spot è lo specchio dei tempi dove, ormai da troppo, trionfano incontrastati la precarietà,lo schiavismo e la totale mercificazione del lavoro, soprattutto tra l' indifferenza o peggio ancora l' inconsapevolezza di molti privilegiati da salotto che non vogliono o si possono ancora permettere di non rendersene conto!

  • FŁ Ž

    FŁ Ž

    Mese fa

    Non mi interessa per niente che sia un'opera di finzione, comodo nascondersi dietro la finzione nel momento in cui si sa benissimo quanto le pubblicità possano influire sui cervelli ed in generale plagiare la massa.
    I titolari, nella vita normale, in Italia, già se ne approfittano abbastanza dei lavoratori. Io per esempio non ho gli straordinari pagati, le ferie me le concedono come un pietoso atto di grazia e peraltro le devo recuperare a straordinari... uno schifo direi ma non vado avanti perché non voglio parlare di me stessa e provocare compassione.
    Ma questa pubblicità è un'ulteriore offesa gratuita a 360°. GRAZIE AL CAXXO CHE È FINZIONE, ALTRIMENTI RENATINO DOVREBBE ESSERE UN IDIOTA! Tale Renatino dovrebbe rappresentare un lavoratore italiano e il regista cosa vede nel lavoratore italiano? Un demente? E anche fosse, è giusto approfittarsi di un demente?

    Capisco la finzione nella colazione del Mulino Bianco, ma lì è diverso, perché vorremmo che ogni famiglia fosse così. Quando mi alzo la mattina, preparo sempre una buona colazione per i miei figli, che è vero, non sempre sorridono, anzi... ma io aspiro ai loro sorrisi e alla loro felicità.
    MENTRE NON ASPIRO AFFATTO AD ESSERE UNA SCHIAVA FELICE.

    Caro innocente regista pieno di grazia, cari attori innocenti e immacolati, perdonatemi per questa preghiera: VAF FAN CU LO ‼

    • Alessandro Abis

      Alessandro Abis

      Mese fa

      @Antonio Vanesio non in Italia, perché qui funziona proprio cosí. Puoi fare quello che ti pare e la passi liscia, anzi, puoi anche fare la parte della vittima e ricevere comunque tantissimi consensi, come se non bastasse.

    • Antonio Vanesio

      Antonio Vanesio

      Mese fa

      permetti una correzione: GRAZIE AL CAXXO CHE È FINZIONE, ALTRIMENTI RENATINO DOVREBBE ESSERE UN IDIOTA! no, se non fosse finzione renatino andrebbe in terapia e l'azienda a processo per schiavismo

  • Emanuela Mantovani

    Emanuela Mantovani

    Mese fa

    La finzione viene fruita dal mondo reale e a questo strizza sempre l'occhio se non ben veicolata al fine di esser presa per semplice gioco. Bastava una frase al termine delle immagini. Bastava una trovata straniante. Bastava davvero pochissimo.

  • FAUSTO PASQUALE

    FAUSTO PASQUALE

    Mese fa

    Fresi è lo specchio del cinema italiano contemporaneo. Una volta c'era Volonte'. Adesso c'è Fresi

  • Michele Gurrado

    Michele Gurrado

    Mese fa

    Le marmotte che confezionano le cioccolate è finzione.
    Renatino è un messaggio.
    Che poi, Renatino... mi scusi con che fa rima Orione?

    • Solar546

      Solar546

      Mese fa

      bravo!!

    • Patsy Patti

      Patsy Patti

      Mese fa

      Esatto ridicolizzato anche dal nome...se l'hanno fatto apposta sono proprio miserabili

    • Paolo di Milano

      Paolo di Milano

      Mese fa

      Esatto, la marmotta che confeziona la cioccolata ti proietta in un mondo fantastico, quello della tua infanzia. Ti fa tornare bambino, non pretende certo di rappresentare la realtà. Questo spot mette solo tristezza... e poi quel nome, Renatino, parliamone : un nome da "scemo del villaggio", si sarebbe detto una volta. Ripeto, che tristezza 😔

  • Giovanni Cadore

    Giovanni Cadore

    Mese fa

    Ok il pubblicitario voleva mandare un messaggio promozionale e ha fallito visto che tutti gli si sono rivoltati contro (giustamente) e` lui che deve imparare a comunicare con le masse non sono le masse che devono adattarsi ;)

    • Andrea Accardi

      Andrea Accardi

      Mese fa

      Si sa che la pubblicità è finzione, chiamatela come volete. Tuttavia anche dal punto vista estetico lo spot non è granché: renatino non sembra tanto entusiasta, i ragazzi sembra che lo prendono per il culo.... insomma si poteva raccontare meglio che un prodotto di eccellenza riconosciuto, e copiato, in tutto il mondo è frutto del duro lavoro dei casari......e non di quattro sbarbatelli. È proprio qui che casca l'asino, il messaggio percepito è forviante. È lo spot che fa cagare.

    • Marco Saccani

      Marco Saccani

      Mese fa

      Scusate ma voi sapete come viene prodotto il Parmigiano Reggiano? Viene utilizzato latte di mucca (non la cocacola) , e per l'esattezza metà del latte è appena munto alla mattina ( a differenza di molti altri...) e l'altra metà arriva dalla mungitura del pomeriggio prima. Le mucche vanno munte 2 volte al giorno, tutti i giorni (365 giorni all'anno) le mucche non possono aspettare.... Fate un 2 conti Quindi non è questione di sfruttamento dei lavoratori... È la "normale" vita dei casari e dei vaccari. Sto leggendo tutti i commenti... e mi viene da pensare che c'è molta gente che vive nel mondo delle favole e pensa che i bimbi nascono sotto i cavoli... Sono di Parma, conosco parecchia gente che fa questo lavoro, e vi assicuro che in vacanza ci vanno lo stesso facendo i turni con i colleghi (non possono chiudere.... A natale si lavora) é un lavoro come tantissimi altri.... Molti altre persone lavorano anche a natale... Ma non é sfruttamento.

    • Andrea Accardi

      Andrea Accardi

      Mese fa

      @Andrea Moreschi consideri cmq che c'è la possibilità che domani tutti i renatini d'Italia comprino grana padana e pecorino.......

    • AndreA

      AndreA

      Mese fa

      ... veramente ha raggiunto doppiamente il suo scopo.... Cioè che se ne parli anche fuori dallo spot in se stesso.

    • Giovanni La Barbera

      Giovanni La Barbera

      Mese fa

      Non significa nulla, non si sono rivoltati tutti, ma pochi fanno caciara...e basta essere normodotati per capire una pubblicità...quindi si é il pubblico a dover capire e scindere finzione da realtà e sopratutto imparare a capire messaggi basilari...loro intanto sono sulla bocca di tutti

  • Leggendario

    Leggendario

    Mese fa

    Il discorso non è valido. Perché anche se finzione la finzione trasmette degli schemi e nella pubblicità ci sono dei messaggi chiari e netti, non stiamo parlando di un film di Kubrick. Ebbene: l' idea che il contadino o il casaro lavori 365 giorni l' anno, che sia un po' stupidotto e che questo sia bellissimo, anche se finto, è di un classismo sconcertante. Il fatto che i responsabili del marketing e gli attori non abbiano capito questa ovvia cosa la dice lunga di quanto il classismo in Italia sia ancora presente

    • Francesca Gian

      Francesca Gian

      Mese fa

      @Giigh Gogh perché non c'è classismo in una frase del genere. Non c'è magnificazione dello sfruttamento del lavoro.

    • Giigh Gogh

      Giigh Gogh

      Mese fa

      Redbull ti mette le ali...perché nessuno è contrario a questa pubblicità?

    • Knock Out Squad

      Knock Out Squad

      Mese fa

      Pare ovvio che dove c'è Capitalismo ci sia Classismo. Non mi scandalizza l'esistenza del classismo nella nostra società, anzi sarebbe grave se avessimo azzerato il classismo e non avessimo ancora fatto la rivoluzione per invertire il Capitalismo in Socialismo o Comunismo. (W il capitalismo (quello onesto), W la meritocrazia)

  • Spike Spiegel

    Spike Spiegel

    Mese fa

    Renatino: lavorò ogni giorno della sua vita senza mai vedere il mare o Parigi. Poi gli venne un infarto e, non avendo provato nulla, morì come un cretino..

    • davide olgiati

      davide olgiati

      Mese fa

      Sembra una frase da film di fantozzi...

    • Spike Spiegel

      Spike Spiegel

      Mese fa

      @Ragnar81 Sulla lapide scrissero: Era un brav'uomo, lavorava sempre

    • Ragnar81

      Ragnar81

      Mese fa

      e misero il logo del parmigiano sulla sua bara

  • LaAuryn

    LaAuryn

    Mese fa

    non c'è niente da dire più di quanto è già stato detto - nei commenti. Rendersi conto dello svarione, ritirare il prodotto e scusarsi e andare avanti (con una sensibilità diversa, ora) non sarebbe meglio?

  • El Radioso

    El Radioso

    Mese fa

    Attenzione qui c’è un clamoroso errore di comunicazione e di sceneggiatura altro che finzione caro Fresi. Stupisce che un attore non colga che dal punto di vista della scrittura e della confezione questo spot sia stato scritto nella migliore delle ipotesi con leggerezza nella peggiore con totale incapacità. Il linguaggio non è quello della fiction semmai della docufiction. Un gruppo di ragazzi va a vedere come funziona una realtà, questi “dichiara” lo spot non ci vedo finzione. I piani narrativi sono confusi e per nulla definiti per questo l’equivoco è servito su un piatto d’argento tanto che “renatino” (quel diminutivo poi da tonto del paese, sic!) è credibile come persona che lavora in una stalla tutto l’anno. Contestualizzato in uno spot che magnifica un’azienda è evidente che poi si prestasse all’interpretazione che quasi tutti ne hanno tratto. Con tutta la buona volontà uno spot riuscito malissimo scritto malissimo e recepito come andava interpretato. Malissimo

    • Francesca Gian

      Francesca Gian

      Mese fa

      @El Radioso A voler essere maliziosi (e forse ottimisti), potrebbe essere un tentativo di sabotaggio interno per portare al grande pubblico la denuncia della condizione degli operai casari vestita da propaganda padronale. Però, boh?

    • El Radioso

      El Radioso

      Mese fa

      @Cal Vin Eh sì. Io credo che il fatto più grave sia che la stessa squadra salita da Roma per “perculare” la provincia a suon di tintinnati soldoni, abbia trattato da “renatini” proprio i committenti, quelli del consorzio. Gabbandoli con mirabolanti promesse quando in realtà dalla sceneggiatura alla stessa recitazione e tutto il progetto trasuda di strafottenza, arroganza, totale insensibilità verso un mondo che è molto più complesso e anche molto più arguto e intelligente di come l’abbiano voluto rappresentare.

    • Cal Vin

      Cal Vin

      Mese fa

      Concordo con te, il diminutivo è un ulteriore mazzata sui denti dei lavoratori. Perché intendiamoci, in Italia ci saranno migliaia di "renatini", ma la sfacciataggine con cui li si prende per il culo in questo spot è ai livelli di Fantozzi! Quest'anno solo pecorino 😂

  • riccardo reale

    riccardo reale

    Mese fa

    Signor Fresi, lei è attore che stimo,mi spiace che la sua persona resterà collegata ad una pubblicità che ritengo veramente di merda

  • dio blak

    dio blak

    Mese fa

    Hai ragione che è una pubblicità. Sei anche simpatico, hai fatto quel bel film “Smetto quando voglio”. Forse però sono i lavoratori di alcuni settori (privati) che ne hanno i coglioni pieni di stipendi ridicoli e turni massacranti. Sono pochi i paesi (civili) dove si lavora tanto come in Italia. E parlo con cognizione di causa. Quella scena è un po’ come una bibita ghiacciata su un dente bucato.

  • Lu GioF

    Lu GioF

    Mese fa

    ci dispiace che lei ci sia rimasto male … ma il messaggio della pubblicità era orrendo e infelice…
    Si possono commettere errori nella propria carriera… questo è stato un errore.

  • Giuseppe Cinque

    Giuseppe Cinque

    Mese fa

    Esatto,non comprero' mai piu' parmigiano reggiano,guarda un po' lo spot ha avuto l'effetto opposto😂almeno su di me...

  • Elena Caffi

    Elena Caffi

    Mese fa

    Io non sono così ingenua da pensare che le pubblicità debbano lanciare dei messaggi di una qualche valenza morale ma sono convinta che sia almeno augurabile che non lancino messaggi immorali. Voglio dire che se lo scopo di una pubblicità è solo quello di vendere a qualsiasi costo, allora è legittimo tutto... Ma così evidentemente non è, visto che un sacco di pubblicità sono state ritirate dal mercato ... sennò di cosa stiamo parlando quando diciamo ad es: No alle pubblicità che sessualizzano il corpo delle donne? O ridicolizzano etnie diverse? Insomma, io mi augurerei delle pubblicità che siano in grado di porsi domande pure sui messaggi culturali che propongono e sulle loro ricadute sociali perché se non fanno questo, avranno pure successo in termini di marketing ( che ormai pare essere l unico indicatore di valore😔😤) ma per me restano pessime pubblicità. Non trova?
    PS anche lo strumento narrativo della finzione è un modo per legittimare un messaggio... questo, chi fa narrazione nelle aziende lo sa molto molto bene!!!!
    Pps se prova per un attimo a mettersi nei panni di uno dei tanti lavoratori sfruttati ( non c'è bisogno di andare nei campi di pomodoro basta anche solo vedere lo sconcertante livello di stress negli ambienti di lavoro ormai totalmente fagocitati dalla logica del profitto o dello stare a galla) forse si renderà conto del perché questa pubblicità ha fatto girare le palle a tanti che quella logica la subiscono ogni giorno, purtroppo, sottotraccia, narrata esattamente nello stesso modo ( quanto è bello! Siamo una grande famiglia! Forza che ce la facciamo! Si deve!)

  • Mangiaspaghetti

    Mangiaspaghetti

    Mese fa

    Che spot idiota, soprattutto la fine dove quelli sono belli liberi in mezzo al prato....e Renatino? A fare il botto nel casificio.Cosi c vogliono in Italia,schiavi del lavoro

  • Mucca Corse

    Mucca Corse

    Mese fa

    Plot twist: parlo sottovoce perché se mi sentono mi prendono a schiaffi.

    • Stadia IT

      Stadia IT

      Mese fa

      Con le palpebre ha ripetuto 5 volte "aiutatemi"

  • zacca sport

    zacca sport

    Mese fa

    Le scuse sono peggio del filmato. Stare zitto era meglio. Il msg di quella pubblicità è scorretto.. grave che non ve ne rendite conto. A volte la cosa migliore è chiedere scusa riconoscendo il proprio errore.

    • _Optimuus_97

      _Optimuus_97

      Mese fa

      perchè dovrebbe chiedere scusa lui?... che è solo un attore

  • Michele Antonio Peschechera

    Michele Antonio Peschechera

    Mese fa

    Peccato YouTube non fa più vedere il numero di non mi piace

    • Luigi Gaudelli

      Luigi Gaudelli

      Mese fa

      Perche'?

    • Antonio Vanesio

      Antonio Vanesio

      Mese fa

      già, potevano aspettare il 2022

  • Cesc16

    Cesc16

    Mese fa

    Come peggiorare la posizione 😂

  • BENNO VON ARCIMBOLDI

    BENNO VON ARCIMBOLDI

    Mese fa

    Fresi, ma è tutta la serie di spot del parmigiano che son inguardabili. Con quell'arcadia di giovani belli, sensibili e melting pot a risultare irritanti. E comunque stiamo proprio alla frutta a ideare un personaggio come Renatino, manco fosse uno dei sette nani

  • Cal Vin

    Cal Vin

    Mese fa

    Assordante stridore di specchi. In una parola: Fantozziano. Non so chi sia questo personaggetto di cui presto non si sentirà più parlare, ma gli consiglio di mangiare molto parmigiano perché ne rimarrà parecchio nei magazzini 😘

  • Andrea Bes

    Andrea Bes

    Mese fa

    Quindi oltre ad aver ricevuto soldi per fare uno spot francamente inguardabile e forse anche eticamente discutibile, ora ci stai dando degli stupidi perché non arriviamo nemmeno a capire che tutto quello che c'è nello spot è finzione. Ma se non ci fossi tu a spiegarci tutte queste cose dove saremmo ora noi ottusi?

  • Toto Vassallo

    Toto Vassallo

    Mese fa

    Non si chiama più parmigiano reggiano ma parmigiano renatino

  • Vercingetorige

    Vercingetorige

    Mese fa

    No, la pubblicità deve essere legata alla realtà, deve essere perlomeno verosimile. È indifendibile

  • stefano720420

    stefano720420

    Mese fa

    Diciamo che lo spot è una cagliata pazzesca... tra l’altro, mi chiedevo se il premio dello stage di sei mesi presso lo chef stellato fosse stato retribuito.

    • stefano720420

      stefano720420

      Mese fa

      @Dario Capasso Bottura Luca? Parliamone...

    • Antonio Vanesio

      Antonio Vanesio

      Mese fa

      @Dario Capasso ne sai qualcosa?

    • Dario Capasso

      Dario Capasso

      Mese fa

      Bottura e gli stage non retribuiti, parliamone...

    • Raffaella Carli

      Raffaella Carli

      Mese fa

      @Antonio Vanesio Eh, quando lavorare non è più un diritto ma un privilegio, ecco che il premio non può che essere un impiego.

    • Antonio Vanesio

      Antonio Vanesio

      Mese fa

      a sto punto c'è da chiederselo. che poi sta cosa che a un concorso si vince il posto di lavoro ancora non mi capacito, se il premio è andare a lavorare non hai vinto un cazzo, hai perso!

  • Mirko Giammanco

    Mirko Giammanco

    Mese fa

    Caro Fresi, sei un bravo attore, la mia speranza è che questa vicenda ti abbia insegnato qualcosa. Perché, purtroppo, anche in un’opera di finzione esiste un’ etica che si traduce in un concetto pratico di bene o male. E pertanto, se si parte dal presupposto che tutti abbiamo una morale che detta dei valori o dei principi ideali, dobbiamo esercitarla, perché anche la finzione deve avere il limite del rispetto del senso civico. L’illimitato non può esistere e non deve essere giustificato. E pertanto attori bravi come te devono essere da esempio e devono avere il coraggio, non di rinunciare all’ingaggio, ma a certi copioni.

  • dhyanmandana

    dhyanmandana

    Mese fa

    sta pubblicita fa hahare a talmente tanti livelli che non si contano. ma per carita´.

  • Sergio D

    Sergio D

    Mese fa

    Mi immagino più o meno così gli sceneggiatori:
    Sceneggiatore 1: " mazza oh so' due ore che stiamo a vedere qua cosa fare di Renatino, non abbiamo mai fatto sti ritmi.. ma cosa, che dobbiamo fargli chiedere mo a questo, de sto passo lavoreremo 365 giorni l'anno "
    Sceneggiatore 2 e 3: " genio, genio, geniooo "

  • Hector Bodega182

    Hector Bodega182

    Mese fa

    Grazie a quello spot e a quel "messaggio" la prossima volta al banco frigo farò attenzione a quello che metterò nel carrello. Ciao!

  • Manuela Borgioni

    Manuela Borgioni

    Mese fa

    Ti stai arrampicando sugli specchi per caso??? 😄😄

    • Paolo di Milano

      Paolo di Milano

      Mese fa

      Si sente il rumore delle unghie sui sui vetri. Definirlo uno spot classista a mio avviso sarebbe troppo banale. Qui il lavoratore caseario, l'agricoltore in generale penso, è proprio rappresentato come antropologicamente diverso. Felice di essere sfruttato, di non avere ferie, di non avere interessi al di fuori del lavoro, di non avere il tempo per viaggiare... dimenticavo, ovviamente dotato di un QI molto basso. Se qualcuno avesse dei dubbi, basta il nome, meglio il nomignolo : Renatino, classico nome da tontolone, da "scemo del villaggio". Strano che non gli abbiano messo anche una sveglia al collo. Caro Fresi, ti apprezzo come attore, ma questa spiegazione è la tipica toppa che è peggio del buco 😎

  • Raffaella Carli

    Raffaella Carli

    Mese fa

    "E' finzione, esattamente come il bambino con il nonno davanti all'orto, quando in realtà sappiamo tutti che sono prodotti surgelati".
    A Fresi... Basta dai, ma costa troppo dire che hai preso parte a una delle più brutte pubblicità mai prodotte ultimamente?
    Non ti rendi conto che per difendere questo scempio, stai affossando la stessa pubblicità perchè tutta la parte degli "zero additivi", "le materie prime", ecc. diventano esse stessa una fregnaccia che va presa come "finzione"?
    Dai, l'avete fatta fuori dal vaso... Non so chi abbia scritto questo spot ma è palese che viva dentro una caverna! Si potrà mai fare leva sulla nullificazione degli operai in quanto persone per esaltare la bontà del prodotto? Ma che vi siete fumati? Oltretutto, in un periodo di piena rivendicazione dei diritti civili con la delocalizzazione che sta massacrando intere economie.
    Ripigliatevi... Sul serio... Va bene che siete degli elitari e l'idea delle persone comuni con i loro problemi comuni non vi sfiora neanche per l'anticamera del cervello ma almeno fingete che avvenga.
    Il vostro spot è stato ORA quelli che erano gli spot delle automobili negli anni 90... Si provasse a fare ora uno spot di una macchina che scarica il tachimetro in 2 secondi, per dimostrare la qualità e le prestazioni del motore, anche se la macchina inquina come una ciminiera...
    Se continuano a produrre le stesse auto ma non fanno più gli stessi spot a distanza di 20 anni, un motivo c'è.
    Inutile girarci intorno, questo spot è stato pensato malamente e realizzato peggio... Con dei trentenni che si stupiscono come un loro coetaneo lavori 365 giorni l'anno senza mai una pausa da quando ha 18 anni, senza essere mai stato lontano dallo stabilimento per più di 10 km... Con Renatino che si limita a fare cenni con la testa quando ha il comportamento di uno che sta morendo dentro, bloccato lì dentro, e gli altri che oziano su una prateria gustandosi il formaggio a fine spot.
    Io ho visto anche lo spot successivo... Mannaggia a me... Dove la ragazza riccia viene avvicinata da uno dei ragazzi con la scusa di una scaglia di formaggio, esattamente come aveva fatto con un vitellino nell'inquadratura precedente: si è fatta dare volentieri della vacca.
    Ma come si fa... Dai. Produrre spot a questo modo vuol dire non avere neanche le basi per comunicare con la gente nel quotidiano, figuriamoci l'averne per produrre degli spot!

    • Patsy Patti

      Patsy Patti

      Mese fa

      Giusto!

  • Stefano Farina

    Stefano Farina

    Mese fa

    Ma non state magnificando il prodotto ma lo sfruttamento che è diverso

  • ivornovello985

    ivornovello985

    Mese fa

    Evidentemente è stato toccato un nervo scoperto: la gente è arrabbiata, la misura è colma.

  • Ragnar81

    Ragnar81

    Mese fa

    è ovvio che sia finzione, non penso qualcuno al mondo possa aver pensato che una pubblicità sia vera....ma come tu stesso dici 'avete veicolato un messaggio', ecco, è proprio quel messaggio ad esser sbagliato. E trovo assurdo che nonostante le polemiche, stavolta sensatissime, ancora si possa trovare giustificazioni a questo disagio. Avete semplicemente usato la strada sbagliata per glorificare il parmigiano, renatino poteva dimostrare il suo amore verso il lavoro in 100 altri modi e non in questo modo ridicolo, non è lavorando 365 gg l'anno ed abbandonando la vita che si manda un messaggio di 'qualità e dedizione'....è semplicemente, una triste scelta di regia e comunicazione.

    • Solar546

      Solar546

      Mese fa

      esatto!

  • Maledetta Discoteca

    Maledetta Discoteca

    Mese fa

    Lo spot è gia' di per se' gravissimo, il messaggio che sia ( finzione o meno) resta un messaggio, in questo caso infelice a dir poco, Fresi non verra' piu' seguito da Noi. Ancora piu' deprecabile è il messaggio di giustificazione , barricandosi dietro la cosidetta "Finzione" come se tutto fosse concesso in quanto finzione, non è cosi', la scusa chiaramente non regge, esiste un etica del lavoro e la capacita' / responsabilita' di comprensione del testo/ sceneggiatura/ messaggio anche da parte degli addetti ai lavori.
    Inoltre non si puo'dire " eh ma è per per soldi, " eh ma è lavoro"...non è così. Si poteva raccontare la storia di una eccellenza italiana in maniera assolutamente migliore e alla fine di tutto invece di arrampicarsi sugli specchi della " Finzione" non sarebbe stato meglio ammettere a se stesso e agli altri di aver fatto un pessimo prodotto, un messaggio orribile e assolutamente surreale, insomma di aver fatto na cazzata?...o davvero ci vuole far credere che lei sul serio vede questo prodotto come spendibile , reale, appetibile o come dir si voglia, cioe' un lavoro eticamente corretto ? Dai su

  • Riccardo technics

    Riccardo technics

    Mese fa

    Renatino ha accumulato qualcosa tipo 12 anni 8 mesi e 6 giorni di ferie...

  • roberta barbieri

    roberta barbieri

    Mese fa

    Un messaggio pubblicitario lancia un messaggio realistico! È questo che non quadra, è totalmente al di fuori di ogni logica di vita. Il prodotto in questo modo non è certo valorizzato!

  • Manlio Cuccaro

    Manlio Cuccaro

    Mese fa

    Sarebbe stato più onesto dire: Questo è il mio lavoro, mi pagano per seguire un copione; prendetevela con il marketing.

    • Il satirico freebooter (Giovanni Aquila)

      Il satirico freebooter (Giovanni Aquila)

      Mese fa

      e pure piu lungimirante

  • Gabriele Alessio Poma

    Gabriele Alessio Poma

    Mese fa

    Un messaggio pubblicitario entra nella mente delle persone. Hai sparato solo cazzate Massimiliano. Hai citato altre pubblicità che almeno ti fanno credere a qualcosa di "positivo", cosa c'è di positivo in renatino che lavora ogni giorno senza ferie? Immaginati se ogni pubblicità lo facesse.

  • Luca Mitola

    Luca Mitola

    Mese fa

    Le analisi sociologiche un tanto al chilo, di matrice vagamente vetero-marxista, lasciano insomma il tempo che trovano. Non è lo sfruttamento (vero o presunto) a far cadere le palle al telespettatore. Ma la presa di coscienza che sì, alla fine la realtà è diventata come Boris. Se possibile ancora più horror.
    Che pena...

  • Ucciu75

    Ucciu75

    Mese fa

    Forse il problema è che le galline che impastano i biscotti, sono palesemente finzione, mentre chi ha lavorato in certe realtà, anche di nome, sa che lavorare senza ferie o senza altri diritti che molti ritengono scontati , non è poi così irreale e chi ha fatto lo script dello spot non ha previsto, che molte di queste persone, non avrebbero percepito la finzione che si voleva sottintendere per magnificare il prodotto. Ovviamente questa è solo un'opinione personale.

  • Giovanni Mercurio

    Giovanni Mercurio

    Mese fa

    Ascoltando questo qua si rischia di fare un errore: pensare “vabbè ma questi sono scemi”... e invece no, sono proprio in malafede

  • Chiara C.

    Chiara C.

    Mese fa

    Sì. Lo abbiamo capito che è finzione. E il senso era chiaro. Ma c'è modo e modo. È stato scelto il modo sbagliato.
    Se le stesse cose (tagliando le domande sul tempo libero negato) le avesse dette il personaggio rappresentante il titolare d'azienda, magari mentre faceva il formaggio lui stesso e parlando al plurale ("noi realizziamo", "noi siamo", "noi puntiamo a..") durante la spiegazione, nessuno avrebbe avuto da ridire probabilmente.
    Sono stati scelti simboli sbagliati accompagnati da dialoghi che richiamano le croci di tanti lavoratori. E quel che è grave è che non ci si è resi conto di ciò.

  • Luis Fernando Ruiz

    Luis Fernando Ruiz

    Mese fa

    Non importa se è finzione, ciò che importa è il messaggio che lo sceneggiatore trasmette, è ciò che la pubblicità promuove è lo schiavismo, e la sottomissione degli stessi impiegati

    • _Optimuus_97

      _Optimuus_97

      Mese fa

      non trasmette assolutamente niente... sono solo degli incapaci che pensavano di fare una pubblicità innovativa ma si sono rivelati cringe ed hanno toppato alla grande, tutto qui....

    • Luis Fernando Ruiz

      Luis Fernando Ruiz

      Mese fa

      Ma tu ti immagini se faccio una pubblicità sulla fanta dicendo "la pepsi è negra, scegliete la fanta" di fatto nessuno (sano di mente) dice una cosa del genere ma il messaggio che trasmette è orribile e promuove la discriminazione, così come quello spot promuove lo sfruttamento del lavoratore

  • Sine Nomine

    Sine Nomine

    Mese fa

    spiegazione MOLTO MOLTO MOLTO POCO convincente

  • tonino tarsi

    tonino tarsi

    Mese fa

    Mi sembra che questa giustificazione non faccia altro che peggiorare la situazione.

  • rottofili

    rottofili

    Mese fa

    Quando la risposta peggiora ulteriormente la figuraccia … e di tanto.

  • Richard J.

    Richard J.

    Mese fa

    Una pubblicità non per forza deve vendere prodotti, se è fatta male può danneggiare l'immagine dell'azienda e allontanare la propria clientela, come nel mio caso.

  • MultiBoris1982

    MultiBoris1982

    Mese fa

    è tutto verosimile lo spot, dialoghi ambientazioni personaggi, se hanno voluto creare un iperbole o una metafora cinematografica gli è venuta malissimo....se invece avevano intenzione di magnificare il capitalismo,sminuendo la working class facendoli passare come degli imbecilli senza diritti, ci sono riusciti benissimo

  • Vittorio Mari

    Vittorio Mari

    Mese fa

    Dopo oltre 60 anni non è cambiato nulla in quel settore.Io ho lavorato dal 1956 al 1960 in caseifici dove producevano il parmiggiano reggiano,non a Parma o a Reggio,ma nella basa mantovana.Mi sono trasferito per svolgere un lavoro normale.

  • OAK COMPANY production

    OAK COMPANY production

    Mese fa

    È una pubblicità! Ma non è finzione. Io ci lavoro ed è cosí!!! All day, natale capodanno l’8 dicembre ferragosto il patrono ecc… 365 giorni all’anno 👍🏻

  • Antonio Vanesio

    Antonio Vanesio

    Mese fa

    parlano male dei videogiochi, magari mortal kombat dove sparano palle di fuoco dalle mani, dicono che fanno diventare violenti i ragazzi e nessuno si sbraccia per dire che sono opere di finzione, ma uno che fa lo schiavo e 4 figli di papà che lo prendono per il culo "ah no quella è finzione, nella realtà non può succedere"
    Sta pubblicità è offensiva per tutti i lavoratori d'italia sfruttati e sottopagati, il messaggio che si evince è che lo schiavismo è bello!
    Complimenti all'azienda che ci fa sapere che i suoi prodotti sono fatti col sangue dei suoi operai. Gran bella mossa.
    Fresi hai sbagliato mediometraggio, sta schifezza è indifendibile, ammetti l'errore e smettila di peggiorare la posizione tua e dell'azienda

  • Maestro Stefano Petrini

    Maestro Stefano Petrini

    Mese fa

    Credevo che la frase "ma tu non hai mai visto il mare" e simili fossero state aggiunte nei vari video remake su youtube per indurre a un qualche tipo di riflessione,invece ho verificato e sono spudoratamente presenti nello spot originale.

    Qua siamo addirittura riusciti a superare in sadismo persino le pubblicità degli ananas Del Monte degli anni 80.

    Lo spot più osceno e lesivo mai realizzato nei confronti dei diritti di un lavoratore

  • olmo 29

    olmo 29

    Mese fa

    È il messaggio che passa Renatino che è sbagliato. Non il formaggio 🧀

  • la versione di Morris

    la versione di Morris

    Mese fa

    Caro Stefano Fresi lei è un ottimo attore ma questa volta ha toppato alla grande. Lo spot è stato scritto con i piedi e girato con un'altra parte del corpo che non nomineró per educazione. Tutto questo messaggio di bellezza , dedizione ecc ecc non passa minimamente , forse è passato solo nella testa degli sceneggiatori e in quella del regista. La ridicolizzazione dell'operaio è abbastanza evidente anche se mai esplicita. Sembra una gita allo zoo per far vedere gli animali ai bambini. Faccia il bravo , è stata fatta una cavolata per non dire altro. L'azienda dovrebbe scusarsi per come è venuta fuori la cosa e finirebbe lì.

  • matemarika86

    matemarika86

    Mese fa

    Se vuoi fare un'opera di finzione e vuoi mostrare la magnificenza dell'azienda, nello spot mettici che sei la prima azienda in Italia che fa lavorare i dipendenti 4 giorni a settimana come succede in qualche paese nordico. E se proprio non ce la fai, almeno rispetta i tuoi lavoratori non dandogli dei nomignoli degradanti!!

    • Takeshi Kovacs

      Takeshi Kovacs

      Mese fa

      @Enk c'è da dire che quando manca il capo casaro anche nei piccoli caseifici il prodotto in quei giorni è scadente, mettici pure che che il parmigiano lo sanno fare davvero in pochi... Ed ecco la citata opera di finzione che tanto finzione non è.

    • Enk

      Enk

      Mese fa

      Falso, e così in tutto il mondo. Soprattutto le piccole aziende dove gestisce una sola persona o al massimo due persone che devono fare in 4 per sbarcare Lunario. Tranquillo che aziende grosse come il formaggio Reggiano non esistano problemi di sfruttamento.

  • Zancuru

    Zancuru

    Mese fa

    Finzione o no io mi vergognerei lo stesso di aver fatto uno spot così , è inutile che ti giustifichi , per colpa di gente come te negli annunci di lavoro alcuni hanno il coraggio di scrivere “cercasi personale con voglia di lavorare” e si viene sfruttati come Renatino

  • Maurizio Gandolfo

    Maurizio Gandolfo

    Mese fa

    La giustificazione fa ancora più danno. Come si dice: la toppa è peggio del buco. Fresi fa finta di non capire. Capisco che debba difendere chi lo paga, è il suo lavoro.

  • ghigo buccilli

    ghigo buccilli

    Mese fa

    Non mistificare, qui non si tratta della pubblicità e degli attori che in passato l'hanno fatta, ma di questa pubblicità e dei messaggi di sfruttamento e sessismo in essa contenuti; avresti fatto più bella figura a chiedere semplicemente scusa.

  • Discorsi Strani

    Discorsi Strani

    Mese fa

    povero regista ahahahah si vergognerà per sta "cosa" 365 giorni all'anno senza mai una pausa per molti anni ancora ahahahah in bocca al lupo per la carriera ahahahah

  • Andyilmatto

    Andyilmatto

    Mese fa

    Parte di ciò che dice è vero: è una pubblicità, vende un prodotto.
    Peccato che il prodotto non sia il Parmigiano.

    • Luigi Gaudelli

      Luigi Gaudelli

      Mese fa

      @Il satirico freebooter (Giovanni Aquila) Stendiamo un velo pietoso...

    • Il satirico freebooter (Giovanni Aquila)

      Il satirico freebooter (Giovanni Aquila)

      Mese fa

      esatto, vende lo schiavo...

  • Giovanni CRISCUOLO-SC

    Giovanni CRISCUOLO-SC

    Mese fa

    Guardando questo spot,mi e' tornata in mente la scena di :UNA POLTRONA PER DUE

    Randolph: Ah, Ezra, arrivi proprio in tempo. Pensavi che mi fossi dimenticato della tua gratifica natalizia? Eccola qui.

    Ezra: Cinque dollari? Magari ci vado al cinema... però da solo.

  • globus cayetano

    globus cayetano

    Mese fa

    Non ti arrampicare sugli specchi perché non ti reggono , e non è finzione . "Si può dire che è brutto o si può dire che è bello...' e certo però ti dicono pure il perché è brutto , che poi se ti dicevano che era bello non lo facevi sto video .

  • Piero Angelo Paolucci

    Piero Angelo Paolucci

    Mese fa

    La cosa dei 365 giorni mi ha infastidito non poco...forse il pubblicitario così è arrivato a dama però...Personalmente credo che il prodotto di cui si parla "si vende da solo" nel senso che non ha bisogno di troppa pubblicità ma soprattutto non di quella cattiva o peggio dannosa..

  • parana 70

    parana 70

    Mese fa

    Difendere l'indifendibile.

  • asktomysis

    asktomysis

    Mese fa

    si potrebbe tranquillamente togliere l'audio e sostituirlo con un rumore di dita sugli specchi

  • Federico Baccinetti

    Federico Baccinetti

    Mese fa

    La pubblicità dà dei messaggi e può pure traviare le menti. Ci vuole responsabilità, in più si rivolge anche a menti inermi in quanto non totalmente formate (pure i ragazzini la vedono).

  • Gastone76

    Gastone76

    Mese fa

    Ci piaccia o meno. È la verità.
    C'é chi di fa il mazzo 365gg e chi ci guadagna sopra senza fare una mazza.

    • Raffaella Carli

      Raffaella Carli

      Mese fa

      Infatti i ragazzi a fine spot se la spassano flirtando e mangiando il Parmigiano in mezzo al verde, all'aria aperta... Renatino viene ricordato solo come un ingranaggio di uno stabilimento che ha realizzato il formaggio, tanto la sua vita inizia e finisce in quelle mura. Fine. Questa è la verità: c'è chi viaggia in prima classe e chi spala carbone.

  • DontLieToMe

    DontLieToMe

    Mese fa

    La toppa peggio del buco.

  • Assistive Tech

    Assistive Tech

    Mese fa

    Io so solo che per dare un messaggio forte a questo spot di cattivo gusto non comprerò parmigiano per molto tempo. Spero che i dati delle vendite facciano riflettere questi “creativi” che così si definiscono.

  • Tommaso Tesei

    Tommaso Tesei

    Mese fa

    Dove si nasconderà quando arriverà la rivoluzione?

  • Arjuna Valli

    Arjuna Valli

    Mese fa

    Sta tornando la lotta di classe insomma... molto bene.

  • Ilaria Prayer

    Ilaria Prayer

    Mese fa

    Era meglio tacere.

  • Zio

    Zio

    Mese fa

    Non è finzione, perché l'ho visto in TV!

  • robidj

    robidj

    Mese fa

    è vero che è "finzione", ma è il messaggio dello spot che è sbagliato:
    si può dire che Renatino lavora 365 giorni l'anno in quel caseificio. TUTTI "lavorano tutto l'anno" per la propria azienda. D'altronde anche quando si è in ferie si dice "io lavoro per..." come se in quel momento stessi lavorando.
    sono le successive domande a cui Renatino risponde "sì" che non dovevano rientrare nello spot.
    a precisa domanda, Renatino risponde che in realtà è sfruttato, Finzione o meno.

  • Riccardo Garisto

    Riccardo Garisto

    Mese fa

    Detto da aiuto casaro: “ho una domenica di riposo ogni 4/5 settimane e durante le altre ho 2 pomeriggi liberi a settimana, si può benissimo fare, basta sapersi organizzare e esistono le ferie a turno, anche se non molte ci si può godere la vita lostesso”

    • sara mirabile

      sara mirabile

      Mese fa

      Certo, si può fare. Anche io ho sempre lavorato tantissimo e con più piacere quando il lavoro e il sacrificio fatto era equamente monetizzato .. Anche se devo riscontrare che uno stipendio giusto in rapporto al tempo e fatica spesi è quasi sempre un utopia. Io lavoro con anziani, spesso lavoriamo contro ogni diritto di sicurezza per la nostra salute e anche quella degli ospiti, turni massacranti e mancanza di operatori portano questo risultato, per poco più di 1000 euro al mese. Inoltre i turni spesso cambiano da un giorno all'altro e nn puoi pianificare niente, le ferie sono 4 settimane all'anno ma nn puoi stare a casa più di due settimane di fila a meno che tu sia straniero (questo per agevolare chi si sposta di nazione durante le ferie, anche se io nn trovo molta logica in questo..) Si può fare ma deve esserci una motivazione valida in sostegno, uno stipendio davvero equo, possibilità di fare carriera o di migliorare come persona e lavoratore, per passione.. Altrimenti è davvero un sacrificio troppo grande.. Il tempo che abbiamo a disposizione nn ha prezzo!

  • Daniele Leonetti

    Daniele Leonetti

    Mese fa

    Anche lo spot di Calimero dell'Ava era finzione ma il messaggio (implicito nel sottotesto) che mandava era sbagliato. La natura dello spot è una cosa il messaggio è un altra

  • dino benettello

    dino benettello

    Mese fa

    Ma stiamo scherzando ???
    Opera di finzione ???
    Non condivido .

  • Andrea Grüpplüs

    Andrea Grüpplüs

    Mese fa

    L'importante non è che se ne parli bene o male l'importante è che se ne parli....Poi detto questo, che il messaggio vada oltre il magnificare il prodotto è palese, ed il messaggio caro Fresi è : Lavorare 365 giorni all anno è bello e gratificante....Ma vaff....

  • Ricardo E

    Ricardo E

    Mese fa

    No mi dispiace , la pubblicità non è finzione ma comunicazione, è in questo caso la comunicazione è stata pessima e offensiva.

  • Ultracritical

    Ultracritical

    Mese fa

    Lei non capisce perché evidentemente non conosce le condizioni dei lavoratori sfruttati...
    Le celebrità vivono in un altro mondo. Non devono entrare nel dibattito pubblico, perché solitamente dicono cazzate.

  • dakkar76

    dakkar76

    Mese fa

    Lo spot ha colpito perche la precarizzazione del lavoro,la quasi totale mancanza del "potere contrattuale"del lavoratore,cioè l'incapacita di far valere le proprie ragioni e diritti sono stati totalmente fotografati da questo spot! perchè per quanto un dipendente sia contento di produrre il parmigiano,non è credibile che lo sia cosi tanto da annullarsi completamente.E allora è "contento" perchè forse non ha alternative,tanto da accettare una condizione cosi miserevole che produrre il parmigiano è lo scopo della sua vita? ma ci si rende conto di quanto sia alienante questo messaggio?Eppure,amaramente, conferma il sentire odierno,secondo il quale si dovrebbe lavorare senza sindacare troppo(sindacati,questi sconosciuti),altrimenti si viene considerati dei fannulloni.

  • Mandragora id

    Mandragora id

    Mese fa

    Ma io mi chiedo con che criterio.. è una pubblicità di cattivo gusto, punto.

  • Sabina Pedretti

    Sabina Pedretti

    Mese fa

    Non solo la serie di spot è di gusto veramente misero, ma poi anche il voler difendere senza ritegno un lavoro tanto brutto non fa che renderlo ancora più sgradevole. Complimentoni al consorzio.

  • Matt Moves

    Matt Moves

    Mese fa

    Ma proprio Renatino dovevate chiamarlo? Con tutto quello che questo nome ha significato per l'Italia?

  • Radical Ed

    Radical Ed

    Mese fa

    Guarda, si sono dimenticati di mettere un lavoratore di colore, avrebbe chiuso il quadretto. Complimenti alla pochezza culturale di tutti quelli che ci hanno lavorato.

  • Patrizia Masala

    Patrizia Masala

    Mese fa

    il prodotto non ha bisogno di pubblicità perché è conosciuto in tutto il mondo ed è ottimo! ... tutti gli esempi esplicitati in questo messaggio invece di "aggiustare" non hanno fatto altro che aggravare il messaggio che la maggior parte degli italiani hanno recepito... infatti non ricordo di aver mai visto una pubblicità così vergognosa! i sindacati dovrebbero rivoltarsi e "Renatino" non avrebbe dovuto prestare la propria immagine per uno spot così miserevole! dovrebbe essere censurata!
    🤬🤬🤬