La DURA verità sull'auto ELETTRICA (autonomia e ricarica)

Pubblicato il 12 gen 2022
visualizzazioni 282 419
0

Tutte le offerte sulle auto nuove in Italia le trovi qui!
www.drivek.it/offerte/auto-el...
La DURA verità sull'auto ELETTRICA (autonomia e ricarica)
Seguici anche su Facebook: DriveKItalia/
Seguici su Instagram:
drivekitali...

DriveK
DriveK
Commenti: 1 255  
  • Electronics Projects Stefano91ste

    Electronics Projects Stefano91ste

    Ciao, grazie per il video!

  • Nicola Paganini

    Nicola Paganini

    Secondo il mio punto di vista hai perfettamente ragione: l’auto elettrica, al momento, non è per tutti. Dipende dalla vita giornaliera di ognuno e dalla capillarità dei punti di ricarica…

  • fabrizio penocchio

    fabrizio penocchio

    Alcune domande: in Italia se tutti avessero l'auto elettrica, quanti gigawatt servirebbero per la ricarica? Quanto tempo servirebbe per ammodernare tutta la rete di distribuzione per trasportare tutta la corrente necessaria? Lo stato rinuncerebbe a tutte le accise che ci sono ora sui carburanti tradizionali?

  • Vittorio Caprioli

    Vittorio Caprioli

    Buone considerazioni. Concordo che il primo problema grosso sono le stazioni di ricarica e in henerale la rete distributiva elettrica che le deve "sopportate".

  • berpaniz

    berpaniz

    Ottimo video, concordo su tutto. Vero che si deve poter disporre della ricarica domestica. Sarà cruciale lo sviluppo delle stazioni di ricarica ad alta velocità lungo le direttrici. Non mi spiego come mai in Autostrada non ci siano stazioni di rifornimento per auto elettriche.

  • Donato Faruolo

    Donato Faruolo

    Ciao Alessio.

  • Salvatore Cennamo

    Salvatore Cennamo

    Complimenti sempre per la chiarezza delle informazioni che ci date, comunque, parere personale, so che bisogna assolutamente inquinare meno, gli eventi climatici sempre più estremi lo fanno capire chiaramente, ma sè non si investe in forme di energia rinnovabili, la corrente per caricare un'auto elettrica, almeno quì in Italia, è ricavata comunque, per la stragrande maggioranza da centrali che vanno a combustibile fossile e che quindi inquinano, si limita l'inquinamento nei centri urbani, ma nelle periferie dove sono collocate le centrali si inquinerà lo stesso e comunque, a me sembra un po il cane che si morde la coda, per non parlare del tempo di ricarica e di autonomia, io vivo vicino Lodi ed ho una mamma anziana a Napoli, sè mi arriva una chiamata che devo scendere subito, come mi è già successo, ma vi immaginate cosa sarebbe dover fare un viaggio urgente con una macchina che ogni 3/400 km devi ricaricarla per mezz'ora e più ? Io per il momento no all'auto elettrica, assolutamente.

  • Alessio Santoni

    Alessio Santoni

    Ottimo video, come al solito e perfettamente centrato sul nodo principale della auto elettrica ad oggi. Personalmente abbiamo in famiglia un'auto elettrica da meno di un anno, la usa mia moglie e non è l'auto principale. La ricarichiamo nel posto auto di casa 2/3 volte a settimana, ho fatto giusto qualche ricarica su reti pubbliche per provare ed in occasione di piccole uscite giornaliere. Come detto nel video e da altri Il punto è la presenza di un'infrastruttura di ricarica fast nelle principali arterie stradali (autostrada/superstrada) ed una rete di ricarica urbana che sia affidabile. Ad esempio nella mia città ritengo che ci sia già un numero di colonnine discreto (il 99% in AC di EnelX), almeno per le auto elettriche ad oggi in circolazione. Purtroppo tantissime colonnine sono state installate anni fa, rimaste pressoché inutilizzate per anni ed oggi ritengo non siano affidabili. Personalmente mi è capitato che la ricarica si interrompesse senza motivo, si capisce che non è il massimo ritornare all'auto dopo un paio di ore (un'appuntamento di lavoro, una cena etc...) e trovare che l'auto ha ricaricato solo una minima parte di energia ed oltretutto ti hanno addebitato la penale per la sosta a ricarica terminata.

  • Andrea Fusacchia

    Andrea Fusacchia

    Superati i problemi dell'autonomia (ormai sufficiente) e della ricarica (15 minuti non sono un dramma), il punto interrogativo a livello pratico che rimane è questo: si può sostenere un parco circolante macchine tutto o anche al 70% elettrico? Si produce abbastanza energia elettrica? Io ho l'impressione di no

  • Ema Com

    Ema Com

    Le fast devono essere sulle grandi direttrici, per viaggiare.

  • Alberto Rosso

    Alberto Rosso

    Da proprietario di auto elettriche sono d'accordo con te, specialmente dal punto di vista della percorrenza media, evitare l'acquisto di un auto elettrica perché una volta all'anno si va in vacanza in macchina mi pare assurdo

  • capawht

    capawht

    Concordo pienamente con quanto detto. L'autonomia ormai è praticamente un falso problema, lo può essere solo per le auto piccole, ma sono casi veramente estremi. I problemi sono il punto di ricarica domestico e la diffusione dei punti di ricarica. Per essere conveniente l'auto elettrica ha bisogno di essere caricata ogni sera da casa, quindi servirebbe almeno 1 box a famiglia (in realtà tantissimi hanno 2 auto in famiglia quindi anche 1 box a famiglia è pochino) e già questo è un grande problema.

  • Nerina Pascolo

    Nerina Pascolo

    Oltre quanto esposto nel servizio sarebbe interessante anche conoscere i costi medi di una ricarica domestica o ad una colonnina dedicata. Con i recenti aumenti dei costi dell'energia elettrica, che non ritengo saranno gli ultimi, credo che anche questo influirà sulla scelta di un'auto elettrica. Pensando poi ad un viaggio in autostrada d'estate in un futuro di auto elettriche quante colonnine di ricarica dovrebbero esserci all'ora di pranzo in un autogrill? Ci sono poi anche molte polemiche sulla durata e sullo smaltimento di queste batterie che, al momento e con il parco attuale, non siamo in grado di affrontare. Quanti dubbi ed incertezze!

  • Ipergenio

    Ipergenio

    Ottimo video e condivido pienamente. Quando si compra un'auto che sarà l'unica posseduta, non si può scegliere basandosi su un "utilizzo medio" ma su cosa ci faremo nel "peggiore" dei casi. Spendere migliaia e migliaia di euro per poi non avere un mezzo decente per un lungo viaggio... non mi sembra una cosa sensata. Già è diverso se si deve acquistare una seconda vettura che non si utilizzerà mai per spostamenti eccessivi.

  • giovanni bigi

    giovanni bigi

    E gli incentivi che fine hanno fatto per quest’anno?

  • TheMatfighter1

    TheMatfighter1

    Considerazioni sensate.

  • Mauro Spagnoletti

    Mauro Spagnoletti

    Ciao, a parte il fatto che ritengo antieconomica (dal punto di vista energetico) l'auto elettrica, se proprio si vuole provare il lusso di usarla deve avere almeno l'autonomia uguale a quella mediamente di guida di una persona in una giornata di viaggio (800_1000 Km). Così l'auto si ricaricherebbe, per forza di cose, durante il riposo del guidatore (in hotel o garage). Saluti

  • emilio fattori

    emilio fattori

    Penso che hai perfettamente ragione. La velocità di ricarica sarà fondamentale

  • Piero Pinnelli

    Piero Pinnelli

    È sbagliato soprattutto considerare una scelta di puro marketing come una scelta ecologica.

  • David B.

    David B.

    Pienamente d'accordo circa la distribuzione dei punti di ricarica, a questo però si aggiunge secondo me costi ancora troppo alti sia di acquisto del veicolo che di energia che non fanno scattare la scintilla